Hai bisogno di più eustress nella tua vita

donna che fa un'escursione ad una vista della montagna

A nessuno piace lo stress. Può sembrare un peso che ti trascina verso il basso. Che si tratti di molte piccole cose sul lavoro o di una grande cosa a casa, lo stress può portare a problemi di salute come l’ipertensione o difficoltà a concentrarsi.

Lo stress non deve essere sempre negativo, tuttavia. Proprio come c’è colesterolo cattivo e buono, c’è anche un forte stress – il tipo che può consumarci – e un buon stress, chiamato anche eustress. L’eustress non è un nuovo concetto ed è stato effettivamente introdotto dallo stesso endocrinologo che ha contribuito a portare "fatica" nel lessico medico.

Una breve storia di stress

Per molto tempo, lo stress è stato un termine principalmente tenuto nel regno della fisica. Era usato per descrivere il comportamento quando qualcosa resisteva alle forze esterne, come il calore. Questo cambiò alla fine degli anni ’30 con Hans Selye, noto come il padre della ricerca sullo stress medico. Selye ha abbracciato il concetto per la prima volta durante il secondo anno di residenza medica presso l’Università di Praga. Ha notato che i pazienti si sono spesso lamentati di alcuni sintomi – stanchezza, voglia di sdraiarsi, ecc. – indipendentemente dalle loro condizioni specifiche. Era, nelle sue parole, "la sindrome di ammalarsi."

Una persona stringe una palla antistress nella loro mano

Più tardi, nel 1935, Selye stava conducendo studi sugli ormoni nelle femmine di ratto. Ha notato che, indipendentemente dalle iniezioni che ha somministrato, i ratti hanno mostrato alcuni degli stessi risultati: "ingrossamento delle ghiandole surrenali, atrofia del sistema linfatico incluso il timo e le ulcere peptiche dello stomaco," secondo una panoramica del lavoro di Selye pubblicato sul Singapore Medical Journal. Questi risultati si ripresentavano in altre situazioni, come l’esposizione a tetti freddi o l’essere bloccati su un tapis roulant.

Selye concluse che il corpo stava cercando di resistere ai cambiamenti o di mantenere l’omeostasi, proprio come lo stress in un contesto fisico. (Apparentemente Selye non era a conoscenza dell’uso della parola in fisica quando sviluppò la sua definizione.) Il concetto di stress di Selye prese lentamente piede e la parola acquisì la connotazione negativa che porta ancora oggi. Per differenziare lo stress come risposta dalle cose che lo causano, Selye ha anche coniato la parola "fattore di stress."

Negli anni ’70, Selye stava ancora cercando di combattere le connotazioni negative dello stress introducendo il concetto di eustress e angoscia per spiegare meglio come credeva che lo stress funzioni. Lo stress è lo stress che non possiamo gestire. Porta all’ansia e agli effetti negativi sulla salute associati allo stress. Eustress, d’altra parte, è lo stress che il corpo affronta in modo produttivo.

Lo stress al suo meglio

donna che guarda una mappa mentre attraversa un ponte in vacanza

La seconda concezione di eustress, sviluppata dallo psicologo Richard Lazarus, si concentra sul concetto che la nostra reazione a un fattore di stress determina se ha un effetto negativo su di noi. In questo modello di stress, l’eustress è una risposta cognitiva positiva a un fattore di stress, in particolare quando provoca sentimenti di motivazione o incoraggiamento. Può essere un po ‘strano pensare allo stress come una cosa positiva, ma non è davvero un concetto fuori dal comune. Una certa quantità di stress e / o una certa prospettiva sullo stress possono stimolarci all’azione e aiutarci a migliorare le prestazioni o apprezzare di più le cose.

Scrivere per gli Stati Uniti Notizie e World Report, la psicologa clinica Chloe Carmichael spiega che le reazioni chimiche allo stress possono aiutarci, almeno per un breve periodo.

"Immagina la sensazione eccitata / nervosa che provi prima di salire sulle montagne russe: palme sudate, cuore che corre, farfalle nello stomaco: queste sono le risposte naturali del tuo corpo a questi ormoni dello stress," Scrive Carmichael. "I nostri corpi ottengono lo stesso effetto quando sperimentiamo l’eccitazione di quasi tutti i tipi, persino l’eccitazione per eventi relativamente felici. A breve termine, queste esplosioni di ormoni dello stress possono effettivamente essere utili in quanto possono aumentare la funzione cerebrale, migliorare la concentrazione e aumentare la sensazione di allerta."

Pensa a come ti senti prima di iniziare una nuova avventura. Che si tratti di trasferirsi con qualcuno, iniziare un nuovo lavoro o persino pianificare una vacanza, ci sono alcuni elementi di stress. Sei nervoso per quanto bene vivrai con questa persona o andrai d’accordo con nuovi colleghi o se il tuo itinerario è un po ‘troppo ambizioso. Considerati in un modo, questi possono essere minacce (distressori) per il tuo benessere generale. Ma guardando in un altro modo, sono sfide (eustressor) che ti spingeranno ad essere migliore.

Un uomo trasporta una scatola nel suo nuovo ufficio mentre viene accolto da due donne

Elizabeth Scott, un’allenatrice del benessere, vede la differenza come un modo per aiutare a gestire il disagio. "Quando lavoriamo per spostare la nostra attenzione e affrontare lo stress come una sfida, quando possibile," scrive per Verywell Mind, "possiamo gestire queste sfide più facilmente e avere più energia vitale per gestire questi fattori di stress, senza la sensazione di essere sopraffatti o infelici."

Certo, l’eustress è ancora un tipo di stress e richiede un pedaggio sul tuo corpo. Pensa a come potresti sentirti un po ‘malandato dopo una notte di socializzazione o dopo aver completato un progetto al lavoro. Il tuo corpo ha ancora bisogno di tempo per riprendersi, anche dalle cose buone della vita. "Molte persone sono abbastanza brave a nutrirsi quando hanno avuto una giornata difficile, ma dobbiamo anche ricordare di ricaricare anche dopo eventi positivi," Dice Carmichael.

È anche importante ricordare che tutti affrontiamo diversamente lo stress, anche lo stress buono, e anche i nostri limiti sono diversi. Alcuni di noi potrebbero prosperare mentre incontrano molte nuove persone, ma altri potrebbero aver bisogno di un po ‘di tempo per riprendersi, quindi la situazione rientra ancora nella nostra zona di comfort invece di esaurirci o causare angoscia.

"Ecco perché è fondamentale mantenere l’equilibrio," Dice Scott. "Un equilibrio tra attività lavorative e attività divertenti è importante, ma anche un equilibrio tra eustress e tempo libero è un obiettivo importante. Cambiare prospettiva può sicuramente aiutare con la gestione dello stress, ma non è l’unico modo per gestire lo stress, e non è l’unica strategia che dovrebbe essere utilizzata."

IT.AskMeProject